Aggiungere a Preferito
 
 

Loro erano il loro genitori Mikhail e María, Fëdor era il secondo di sette bambini. La madre di Fëdor morì da una malattia nel 1837. Fëdor ed il loro fratello Michael furono portati presto all'Accademia dell'Ingegneria Militare di Petersburgo di San dopo la morte di loro madre, anche se questi piani avevano cominciato anche prima che lei diventò ammalata.

Molta volta non passò fino a che suo padre, un chirurgo pensionato militare che era buono come dottore nell'Ospedale di Mariinsky per persone povere a Mosca, anche morto nel 1839. Anche se non inveterato con ogni sicurezza, si crede, che Mikhail Dostoevskij fu assassinato dai suoi propri servitori che sono divenuti furiosi durante uno degli attacchi di ubriachezza violenta di Mikhail secondo rapporti ricevuti, e loro diedero a ruscelli la vodka nella sua bocca finché lui affogò. Un'altra storia dice quel Mikhail morì dalle naturali cause, ed un coltivatore vicino fabbricò questa storia di una ribellione rurale così che lui potrebbe comprare la proprietà molto conveniente. Senza ricordare quello che realmente può essere accaduto, Sigmund Freud fu focalizzato in questa storia nel loro articolo famoso, Dostoevskij e Patricidio (1928).

Dostoevskij fu arrestato ed imprigionò nel 1849 commettere in attività rivoluzionaria contro lo Zar Nicholas io. novembre 16 quel anno lui fu condannato a morte da attività antigoverno riferite con un gruppo intellettuale ed integrale, il Cerchio di Petrashevsky. Le sue letture, limitato alla Bibbia, lo spinse a rifiutare l'ateismo socialista, di inspirazione occidentale che lui aveva praticato nella loro gioventù. Gesù Christ gli insegnamenti divennero la conferma suprema delle loro idee etiche e della possibilità della salvezza attraverso la sofferenza. La brutalità che ha osservato fra i criminali di cruelest, spruzzò alla stessa durata da espressioni della generosità e per i sentimenti nobili, loro l'aiutarono ad approfondire nella loro conoscenza della complessità dello spirito umano. Dopo che un'esecuzione simulò in quello che lui affrontò un plotone caccia, la frase di Dostoevskij fu fatta la spola da molti anni di esilio che esegue lavori costretto in un campo di prigionieri di Katorga in Omsk, Siberia. L'Incidenza di epilessia a quello lui fu predisposto aumentato durante questo periodo di soffrire. Fu liberato della prigione nel 1854, e lui fu richiesto di servire nel Reggimento siberiano. Dostoevskij passò il seguente cinque anni come caporale (ed ultimamente come tenente) nel Battaglione della settima Linea del Reggimento parcheggiato nella forza di Semipalatinsk in Kazakhstan.

Questo era un punto di cambio profondo nella vita dell'autore. Dostoevskij abbandonò i suoi più primi sentimenti integrali e lui divenne profondamente conservativo ed estremamente religioso. Lui coltivò più tardi un'amicizia particolare con un altro conservatore di estremista, Konstantin Pobedonostsev. Un romanzo cominciò con María Dmitrievna Isaeva, con quello che più tardi si sposò. Lei era la vedova di una conoscenza in Siberia.

Nel 1860, lui ritornò a Petersburgo di San dove fondò una serie di giornali letterari ed infruttiferi col loro più grande fratello Mikhail. Dostoevskij fu devastato dalla morte di sua moglie in 1864, continuati brevemente dalla morte di suo fratello. Lui fu rotto finanziariamente dai debiti commerciali e la necessità di mantenere la vedova di loro fratello ed i loro bambini. Dostoevskij crollò in una depressione profonda, mentre lui frequentò stanze di gioco per soldi e lui accumulò felicemente perdite spesse nelle tavole.

Scappare dai creditori in Petersburgo di San, Dostoevskij viaggiò ad Europa Occidentale. Là, lui provò avere di nuovo un'avventura amorosa con Apollinaria (Polina) Suslova, un giovane studente di università con chi aveva avuto un romanzo già di fronte a molti anni, ma lei rifiutò alla loro proposta di matrimonio. Dostoevsky era molto affranto per questa ragione, ma presto lui si incontrò con Anna Snitkina, un anno-vecchio del diciannove stenografo con cui sposato nel 1867. Questo periodo produsse la scrittura dei suoi più grandi libri. Di 1873 a 1881 lui disse i loro fallimenti giornalistici e precedenti che pubblicano un giornale mensile pieno con storie corte, schizzi, ed articoli sugli eventi correnti - il Giornale dello Scrittore. Il giornale era un successo enorme.

In 1877 Dostoevsky lui fece l'encomio nota nel funerale del loro amico, il poeta Nekrasov, con molta controversia. Nel 1880, piccolo di fronte alla loro morte, lui pronunciò il loro discorso famoso da Pushkin quando rimuovendo il velo del monumento di Pushkin a Mosca.

In anni loro Fëdor Dostoevsky visse più tardi, durante molta volta in Staraya Russa che era più vicino a Petersburgo di San e meno costoso della Germania. Lui morì gennaio 28 1881 e fu seppellito nel Cimitero di Tikhvin nel Convento Alejandro Nevsky, in Petersburgo di San la Russia.

 
 

1821 - lui nacque novembre 11, a Mosca. Loro padre, Mijaíl Andréievich era medico dell'Ospedale di María per indigente, in uno dei quartieri più poveri a Mosca. Là loro occuparono un'edilizia di minuscolo. Lui è il secondo di otto bambini. La loro infanzia cadde solitaria - a causa della sua enclave - e sotto la tirannia di un padre duro, irascibile ed affettuoso della bibita. Loro madre, María Fiódorovna Necháieva, genere era molto dedici di carattere, e presentò i loro bambini nell'arte e nella letteratura. La loro prima istruzione loro lo ricevettero nella casa, sotto la cura rigida del padre.

1827 - loro padre è onorato con Santa l'ordine di Ana e Consulente Collegiato e celebre. Con lui lo è incluso a lui ed i loro bambini nella registrazione della nobiltà ereditaria di Mosca.

1831 - Mijaíl Andreievich acquisisce Darovoe e Chermoshná, un piccolo villaggio ed una piccola città, nella contea di Tula. Poi risulterà essere un cattivo investimento, a causa del non bene statale delle proprietà.

1833 - lui entra, col loro più grande fratello Mijaíl, in un pensionato come mezzo interno.

1834 - loro entrano nel pensionato di Chermak, dove la scuola secondaria e completa fu studiata, e dove erano i migliori professori a Mosca. Davídov, Dottore in Letteratura uno dei professori di Chermak, è chi vivificò l'inquietudine letteraria del piccolo Dostoevskij che analizza i problemi della letteratura russa e moderna.

1837 - la madre di Dostoevskij muore da un consumo galoppante, febbraio 27, all'anno-vecchia del 37 età. In maggio, Fëdor e Mijaíl entrano nella Scuola di Ingegneri Militari, in Petersburgo di San entrando con problemi a causa dell'immediatezza degli esami di ingresso. Mijaíl è rifiutato da ragioni di salute, e Fëdor che è accettato anche se senza borsa di studio. Reclama una vita solitaria, rifugiato nella letteratura. Luglio 1 va in pensione loro padre ai loro possessi, tra una precarietà economica e considerevole. Là, a causa del loro carattere ed al loro alcolismo, l'odio dei suoi servitori è vinto.

1839 - giugno otto, Mijaíl Andréievich muore per causa a causa dei suoi servitori. Il Kumanin, la famiglia politica della sorella della madre e che loro già avevano portato alcune delle spese del Dostoevskij, loro sono presi la carica degli orfani e loro si mettono a capo anche di amministrare la proprietà di paese.

1841 - dopo gli esami, Dostoevskij è salito secondo ingegnere di campo di tenente. Questo gli dà mobilità più sociale, e perciò un contatto più diretto col mondo letterario.

1843 - ad agosto lui finisce la carriera militare senza troppo il successo, e è dedicato, col secondo grado di tenente, al servizio di topografia del Corpo di Ingegneri di Petersburgo di San. Porta debiti, per la loro simpatia al gioco e la vita poco amministrò.

1844 - Balzac San Petersburgo visita, e Dostoevskij concepisce l'idea di tradurre Eugénie Grandet per liquidare un debito di 300 rubli con un squalo di prestito. Questa traduzione si sveglierà la sua vocazione, e presto dopo di finitura esso lui richiede il permesso dell'esercito con l'idea di essere dedicato esclusivamente alla letteratura. Settembre 30, piccolo prima di ricevere l'ordine di permesso, lui scrive loro fratello che lo dice che sta finendo un romanzo. A novembre, finisce Persone Povere, anche se poi ritocchi numerosi e lustro verranno.

1846 - è pubblicato Persone Povere, e è ricevuto con un critico entusiasta che lui chiama a Dostoitevsky "Gogol nuovo". Questo successo l'apre le porte delle stanze viventi e letterarie, e dove è riferito coi grandi scrittori del tempo che era per quel tempo in Petersburgo di San, con redattori e con critico. Quel stesso anno pubblica un'altra storia, Il pseudonimo che è ricevuto anche con successo. A questo loro lo continuano comunque, le altre storie, più fantastico come lui stesso la fiamma, e che loro deludono al critico che ciononostante (eccetto nel caso suonato del critico feroce di Belinski ad Il proprietario) loro non girano contro lui. Sia come sia, le storie che lui è andato pubblicando tra il 1846 ed il 1848 già gli ha dato certa fama.

1848-1850 - l'orgoglio di Dostoevskij fa male per il critico duro di Belinski, e lui concepisce un lavoro più ambizioso, un altro romanzo. Così, lui comincia a scrivere Niétochska Nezvánova, mentre pubblicandolo, come lui lo scrive in Punto Natio. Comunque, la scrittura è non finita: succede la detenzione di Dostoevskij per proprietà a gruppi socialisti. Dostoevskij finirà Niétochska Nezvánova nel 1860, mentre sottoponendo l'idea principale ad un importante cambio. Dei 123 detenuti del cerchio socialista di Petrashevski, 21, fra loro Dostoevskij, loro sono condannati a morte. Dopo otto mesi di reclusione in Pedro e la forza di Pablo , loro sono guidati di fronte al plotone. I primi tre criminali bendati già erano e di fronte al plotone, quando la commutazione delle fatiche arrivò per altre di prigione ed i forzati lavori. A Dostoevskij lo va bene 4 anni di forzati lavori nel penitenziario di Omsk e l'incorporazione successiva a linee piaccia soldato all'ordine del giorno. Lui entrò nella prigione gennaio 23 1850.

1854-1857 - a febbraio conclude la condanna che, con tutti che prima sono accaduti, ha inteso un marchio che reclamerà tutta la loro vita e lo colpirà in molti aspetti. Entra, come dettò la sanzione penale, nel battaglione del 7º di Semipalatinsk piaccia soldato all'ordine del giorno. Comunque, là ed anche se l'atmosfera non è migliore che in penale, lui può scrivere e leggere, e lui porsi mani al lavoro per recuperare tempo perduto e porsi alla durata presente al giorno letterario. Come i passaggi di tempo loro che aprono le porte dei dintorni sono andati e lui lascia rilassando il suo régime, finché lui finisce per avere una propria stanza dove, di notte, lui può scrivere. Frequenta una casa di una tubercolosi ed ufficiale di alcolizzato di dogane, Isáev di cui donna si innamora con passione Dostoevskij. Dopo essere stato vedova, María Isaeva, con un figlio si sposa Dostoevskij a febbraio di 1857. Quel stesso anno, gli zar Alejandro II ordinano un'amnistia che colpisce Dostoevskij, e recupera così la loro nobiltà e già può pubblicare i loro lavori.

1858 - ad agosto, Note Natie pubblicano una piccola novella, Il Piccolo Eroe, col pseudonimo di M-y. Dostoevskij, lo scrisse in Pedro e la forza di Pablo .

1859 - lui riceve la licenza, col grado di tenente ed insieme col permesso di risiedere in alcun luogo ma non a Petersburgo di San e Mosca. Lui si trasferisce a Tver. Mentre lui risiede là, il sogno dello Zio ed Il villaggio di Stepánchikovo ed i loro abitanti sono pubblicati, concepì come lavori con quelli che lui avrebbe recuperato il nome perduto. I periodici non gli danno il benvenuto completamente bene. A dicembre lui è autorizzato per ritornare a Petersburgo di San. Dopo dieci anni di confino Dostoevskij ritorna, con la sua famiglia, profondamente cambiò, penetrò di un Cristiano, ed accentuò spirito di dimissione il sociale e conservatorismo politico che già avevano cominciato prima la sua detenzione.

1860 - cominciando da settembre i primi capitoli di Ricordi della Casa del Deads appaiono, nel giornale Il Mondo russo. Lui lavora, e continuerà lavorare, in lui siccome lui lasciò la prigione, e lui raccoglie esempi numerosi e caratteri autentici, di fra tutti che hanno saputo in Omsk.

1861 - in gennaio, nel primo problema del periodico che il loro fratello Mijaíl ha fondato che Il Time comincia a pubblicare Umiliato ed Offese.

1862 - Dostoevskij esegue il suo primo viaggio allo straniero a giugno di questo anno, viaggiando a Francia, Italia e l'Inghilterra. Là le sue relazioni cominciano con Polina Súslova.

1863 - cominciando dal viaggio ad Europa 1862, le inverno Note sorgono su impressioni di estate, non infatti la narrazione di un viaggio di sogno, ma un critico virulento di tutti i paesi che visite, accusandoli della decadenza morale e criticando il loro materialismo affermare quella Russia sarà solamente capace andare via avanti da vuole dire della sua tradizione, mentre riaffermando la posa pro slavo. Queste note sono pubblicate in Il Time, piccolo prima che chiude. Alla fine di anno lui si trasferisce a Mosca per la malattia di loro moglie. Dostoevskij viaggia a Parigi, fra le altre cose per incontrarsi con Polina Súslova con cui viaggia di nuovo attraverso l'Italia. Loro separano dopo questo viaggio e Dostoevskij ritorna di nuovo a Mosca per l'Italia.

1864 - Mijaíl e Fëdor sono capaci pubblicare un periodico nuovo, Il Time e là loro pubblicano Note del Sottosuolo. In maggio María Dmítrievna muore. In estate Mijaíl Dostoevskij muore. Fëdor si è messo a capo dei suoi debiti (25.000 rubli) e della sua famiglia che è abbandonata. Lui lavora infaticabilmente nel periodico, ma non è capace prenderlo avanti. I debiti cominciano ad opprimerlo.

1865 - i debiti continuano opprimerlo, ed il gioco lo provoca più del dispiacere, e lui va a bordo non in alcuni affari molto proficui, come la vendita prematura di un lavoro all'editoria Stellovski. Stellovski accetta: se Dostoevskij non gli dà il romanzo nel termine convenuto, Stellovski tiene i diritti di tutto il suo lavoro. Lui propone anche a Katkov, il direttore di Il messaggero russo, l'idea di un romanzo la "sintesi psicologica di un crimine". Katkov accetta dandogli un anticipo di 300 rubli.

1866 - è pubblicato Il Giocatore d'azzardo, il romanzo al quale Dostoevskij ha promesso a Stellovski e che, come è riferito, Dostoevskij dettò nelle due settimane così singole, mentre lui lavorò in Crimine e Punizione; il dattilografo che l'aiuta è Ana Snítkina. Dostoevskij la consegna in durata, e lui richiede il dattilografo che l'aiuta fino a che Crimine finissaggio e Punizione, cosa che lei accetta. Crimine e Punizione lascia editoria per consegne in Il messaggero russo, con una grande accettazione da parte di critico e pubblico.

1867 - Ana Snítkina e Fëdor Dostoevskij si sposano febbraio 15. Il parente di Fëdor Mijailovich l'opprime sempre più con richieste economiche, i creditori riducono il recinto... Ana decide di porre fine alla situazione e lei vende ed impegna tutta la sua dotazione. A marzo, il matrimonio va in Europa, in un viaggio che durerà quattro anni, con momenti scuri successi dagli attacchi epilettici di lui, più frequente e per le sue ricadute nel gioco; e, tute, per la morte ai due mesi di età, della figlia che li è nati a Ginevra Sofía.

1870 - un altro romanzo occupato appare a Katkov: L'Idiota.

1871 - lui appare I Demoni. Essendo a Dresda, lui è nato alla coppia un figlio nuovo: Lubov. Katkov, con la promessa di un romanzo nuovo li avanza 500 rubli per ritornare a Mosca, cosa che loro fanno a luglio. Alla piccola durata un figlio nuovo li è nati, a quello che loro chiamano questa durata Fiodor. Alla svolta i creditori li assaltano di nuovo a chi fa Ana anteriore, mentre mettendo ordine. A ritorno loro, Dostoevskij che ora gode di grande prestigio, attivamente partecipa nella vita sociale ed intellettuale del tempo.

1873 - direttore di Il Cittadino, un periodico di reazionario diviene; nel contratto una condizione è imposta: che una parte è dedicata al Quotidiana di un Scrittore. Questo prenderà ad una polemica dura coi settori democratici del paese. In Quotidiano di un Scrittore lui manifesta apertamente, fra le altre cose, le loro idee ora il reazionario. Comunque, le contraddizioni - forse apparente - di Dostoevskij loro sono perfettamente qualche cosa grato, ed alla stessa durata che lui manifesta la parola d'ordine ufficiale la "autocrazia, religione ortodossa e spirito nazionale", lui manifesta anche una grande coscienza sociale ed una grande coscienza umana.

1875 - l'Adolescente appare.

1879 - comincia a pubblicare Il Fratelli Karamázov, ultimo romanzo di Dostoevskij; lui romanzo incorniciò in un progetto che lui non sarà capace a fine.

1881 - Fëdor Mikhailovic Dostoevskij muore gennaio 28.

 
 

L'influenza di Dostoevsky non può essere sopravvalutata: di Herman Hesse a Marcel Proust, di William Faulkner ad Alberto Camus di Franz Kafka a Gabriel García Márquez - virtualmente alcun grande scrittore del secolo 20 è scappato la loro ombra lunga (il voci differire strano include Vladimir Nabokov, Enrico James e, più ambiguamente, a David Herbert Lorenzo). Essenzialmente scrittore di mito (ed in questo riguardo a tempi Herman Melville comparò), Dostoevsky ha creato un lavoro della vitalità immensa ed il potere quasi ipnotico caratterizzato dalle caratteristiche seguenti: scene febbricitantemente drammatizzate (i conclavi) dove i loro caratteri sono commessi nello scandaloso ed atmosfera esplosiva, commesse appassionatamente coi dialoghi di Socratic della Russia frequentemente; la ricerca di Dio, il problema dello Sbagliato e la sofferenza dell'innocente frequenti la maggior parte dei loro romanzi; i caratteri vanno bene in categorie diverse: Cristiano umile e modesto (il principe Myshkin, Sonya Marmeladova Alyosha Karamazov), stesso-distruggendo nichilistico (Svidrigailov, Smerdyakov, Stavrogin l'uomo sotterraneo), libertini cinici (Fëdor Karamazov), intellettuali ribelli (Raskolnikov, Ivan Karamazov); i loro caratteri sono maneggiati anche dalle idee invece degli imperativi biologici o sociali ed all'ordine del giorno.

I romanzi di Dostoevsky sono compressi di durata (molti coprono solamente dei pochi giorni) e questo permette all'autore che Lei libera di una delle caratteristiche dominanti della prosa realistica, la corrosione della vita umana nel processo del flusso del tempo - i loro caratteri includono principalmente i valori spirituali e questi sono, da definizione, eterno. Gli altri temi ossessivi includono il suicidio, l'orgoglio ferito che il crollo della famiglia valuta, la rigenerazione spirituale attraverso soffrendo (la più importante ragione), il rifiuto occidentale e l'asserzione dell'Ortodossia russa e lo Zarismo. Il loro lavoro è caratterizzato come qualche volta 'polifonico': contrario agli altri romanzieri diversi, Dostoevsky è gratis di 'una sola visione', ed anche se molti scrittori abbiano descritto le situazioni di molti angoli, Dostoevsky ha procreato romanzi solamente completamente drammatici delle idee dove punti di vista contraddittori e caratteri sono sviluppati verso un crescendo intollerabile.

Per beneplacito critico e generale, fra il fascio di autori di mondo universali prossimo a Dante, Shakespeare, Miguel di Cervantes Victor Hugo ed altro, Dostoevsky ha influenzato decisivamente nella letteratura del secolo 20, particolarmente nell'esistenzialismo e l'espressionismo.
All Rights Reserved - www.FedorDostoievsky.com © 2006 -
estadísticas para proyecto: www.fedordostoievsky.com eSedo.com - Compra, venta y registro de dominios y proyectos web infos proyecto: www.fedordostoievsky.com estadísticas para proyecto: www.fedordostoievsky.com etracker® web controlling en lugar de analisis de archivos log